Editore: Torino, Giovanni Chiantore
Anno: 1923
File: ivalsuganotti.pdf
Link: Link University of Toronto Libraries

Visite: 20

Recensione

In questo lavoro sono descritti e studiati i Valsuganotti nelle loro varie manifestazioni, nei loro caratteri, nelle loro condizioni, nella loro storia, tutte cose ricavate dalla conoscenza e dalle osservazioni mie, e da quello che ne scrissero altri.

Toccò alla nostra gente un caso rincrescevole: l'appartenere essa dal lato amministrativo al Trentino fece si che moltissimi la credettero pure trentina nella razza, nel parlare, negli altri caratteri, e certi persino nella storia! E purtroppo qualche Valsuganotto contribuì a mantenere un tale pregiudizio. Quanto questo sia lontano dalla verità si vede in modo chiaro nel presente libretto, in cui dovetti correggere e raddrizzare molti errori e preconcetti, alcuni ben radicati, che trovano appunto la loro causa nel pregiudizio accennato.

E anche non badando a questo, si notano molti sbagli e inesattezze scritte intorno alla Valsugana, la quale è un membro come sperso e dimenticato del Veneto, di quest'isola etnica dell'Italia settentrionale, che, circondata tutta intorno da Gallo-italici, da Tedeschi, da Ladini, da Slavi, offre uno dei tratti più caratteristici e interessanti del linguaggio e dell'anima umani.

Invitando il lettore a voler riguardare con bon animo quest'operetta, gli desidero che provi almeno una parte del soddisfacimento e della contentezza provati da me nel comporla.

Agnedo (Valsugana), nel gennaio del 1923.
Angelico Prati