Editore: Provincia autonoma di Trento
Pagine: 196
Anno: 2007
File: LachiesadiSpera.pdf
Link: Link Scheda nel Catalogo Bibliografico Trentino
Note: Stampa Alcione

Visite: 1913

Recensione

Il libro è scritto a più mani da storici, storici dell’arte, architetti ed archeologi che, a diverso titolo, hanno seguito i lavori di restauro della chiesa promossi dalla Parrocchia con il sostegno finanziario della Provincia autonoma di Trento o che successivamente hanno approfondito lo studio del bene in occasione della presente pubblicazione. Il volume è impreziosito da un rilevante apparato fotografico, realizzato appositamente, e da un interessante corredo di disegni, fotografie e documenti d’archivio, taluni inediti. Ne risulta un’opera che si presta a diversi livelli di lettura. Alla vista delle immagini, può seguire l’approfondimento testuale; all’esperto è offerto il ricco apparato di note, rimandi bibliografici, confronti, comparazioni. Il libro si arricchisce inoltre del ritratto critico del pittore Anton Sebastian Fasal (1899-1943) che, dopo aver studiato all’Accademia di Belle Arti di Vienna con maestri legati all’ambiente della Secessione, operò in Alto Adige e in Trentino, in particolare nella decorazione di chiese. Come Carlo Donati o Pino Casarini, e altri, fece parte di quel nutrito gruppo di artisti attivi in regione nel periodo fra le due guerre. Questo libro, dunque, conclude degnamente il restauro della chiesa di santa Maria Assunta di Spera e al contempo costituisce un tassello della ricerca su un ambito particolare e forse poco conosciuto del patrimonio storico e artistico del primo Novecento trentino.