Baratto, Leopoldo

Di famiglia contadina, finita la quarta elementare inizia a lavorare nei campi. Nel 1928 emigra in Francia, dove risiede stabilmente; pertanto è dispensato dal servizio militare. Nel maggio del 1937 si arruola nella XII Brigata internazionale “Garibaldi”, che combatte in Spagna. Nel 1939 un rapporto del Consolato italiano lo descrive come “sovversivo” e il Ministero degli interni dispone il suo arresto, ma è tardi perché Baratto risulterebbe prigioniero in Germania in uno Stalag con il numero 35907. Arriva a Mauthausen il 25 gennaio 1941, proveniente dallo Stalag XII D di Treviri. Tra il settembre 1940 e il gennaio 1941, 3.400 prigionieri, reduci dalla Spagna, per la quasi totalità di nazionalità spagnola, sono deportati dagli Stalag a Mauthausen e destinati alle cave di pietra di Gusen. Quasi l’80% di loro non farà più ritorno. Baratto muore a Gusen la vigilia di Natale del 1941 all’età di 31 anni.

Etichettato sotto

Informazioni aggiuntive

  • Nome: Baratto
  • Cognome: Leopoldo
  • Data di nascita: 24/11/1910
  • Luogo di nascita: Ivano Fracena
  • Data di morte: 24/12/1941
  • Luogo di morte: Gusen
  • Tratta da:: Laboratorio di storia di Rovereto, Almeno i nomi. Civili trentini deportati nel Terzo Reich. 1939-1945”, 2013