Notizie

'ncontramarzo 2018 a Bieno

Il gruppo Coe de Ravo propone "N'CONTRAMARZO" per il 28 febbraio alle 17.30 presso la Piazza Maggiore di Bieno: una piacevole passeggiata per le vie del paese a risvegliare la...

Leggi tutto

Terezin: disegni e parole dei bambini

In occasione della Giornata della memoria 2018 si tiene a Castel Ivano, presso le scuole medie di Strigno, la mostra "Terezin: disegni e parole dei bambini". Vengono esposti disegni e...

Leggi tutto

Wiki loves monuments

Wiki loves monuments

E' visitabile fino al 7 gennaio a Castel Ivano, frazione di Strigno, la mostra fotografica WIKI LOVES MONUMENTS - I monumenti italiani in mostra.

Leggi tutto

Il borgo di Strigno

Il borgo di Strigno

Viene presentato domani sera, venerdì 29 dicembre alle 17.30 presso la sala incontri della canonica/oratorio di Strigno, il volume "Il borgo di Strigno. Storia, arte, devozione" dello storico dell'arte Vittorio...

Leggi tutto

Libera nos a malo

Libera nos a malo

Per la salute, per il raccolto, per il futuro dei figli, per il ritorno a casa, per la prosperità, contro le calamità naturali, contro la guerra, contro la malattia. Lo...

Leggi tutto

La nuova biblioteca

La biblioteca dell'Ecomuseo cambia veste grafica e aggiunge nuove funzionalità. Da oggi è possibile ricercare i documenti per iniziale del titolo, autore, anno, editore e per parole chiave. Ogni scheda...

Leggi tutto
Altri contenuti

In biblioteca: ultimi titoli pubblicati

L'Ecomuseo

L’ecomuseo della Valsugana si occupa di studiare, conservare, valorizzare e presentare la memoria collettiva di una comunità e del territorio che la ospita, delineando linee coerenti per lo sviluppo futuro. E' gestito dall'omonima associazione composta, fra gli altri, dalle amministrazioni comunali di Castel Ivano, Bieno, Samone e dal Circolo culturale Croxarie.

L'Ecomuseo della Valsugana è stato ufficialmente riconosciuto dalla Provincia autonoma di Trento nel 2012 e fa parte della Rete degli Ecomusei del Trentino, che unisce gli otto ecomusei riconosciuti e attivi nella Provincia autonoma di Trento. La Rete, è stata costituita nell’ambito del progetto “Mondi Locali del Trentino”.